Avvocato Mara Navarro
STUDIO LEGALE
CONSULENZA
LEGALE
Un avvocato
al tuo fianco
per muoverti con sicurezza
nel mondo della legge

Notizie

30-05-2019
Diritto agli alimenti e diritto agli assegni di mantenimento

Diritto agli alimenti e diritto agli assegni di mantenimento

Dando seguito alla pubblicazione precedente sulle differenze tra convivenze e unioni civili, dalla quale si è appreso che i suddetti istituti hanno, in gradi diversi, tra gli obbiettivi principali, regolare le condizioni economiche e patrimoniali tra le due parti. Tra gli obblighi di carattere economico vi è l’obbligo della corresponsione degli alimenti e/o degli assegni di mantenimento. Con la presente, dunque, si spiegherà la differenza tra il diritto agli alimenti e il diritto agli assegni di mantenimento, quando e se “nascono” questi obblighi dalle convivenze e /o dalle unioni civili e/o dal matrimonio, e i presupposti per richiederli.

Il diritto al mantenimento consiste nella prestazione di tutto quanto sia necessario per conservare e/o mantenere lo stesso tenore di vita che la copia aveva prima della loro separazione, sia per le unioni civili che per il matrimonio.

Il primo presupposto per chiedere il mantenimento è la “rottura” del rapporto: lo scioglimento dell’unione civile e la separazione nel matrimonio. Il secondo la mancata capacità di provvedere economicamente a mantenere lo stesso tenore di vita esistente prima della rottura del rapproto.

La misura del diritto al mantenimento: è un calcolo complesso, e non vi sono criteri univoci nei Tribunali, ma in linee generali va in base “all’agio” in cui versava il nucleo familiare o la coppia prima della separazione o dello scioglimento dell’unione civile. Chi ne percepisce non deve essere messo in condizioni di cambiare drasticamente o sostanzialmente le proprie abitudine e il proprio potere di acquisto.

La durata: questo diritto cessa con una nuova convivenza, unione civile e/o matrimonio. Se invece sono i figli ad usufruire del diritto di mantenimento, esso dura sino al loro raggiungimento della propria indipendenza economica. Si estingue in ogni caso in caso di morte.

Il diritto agli alimenti, consiste nella prestazione di una somma di denaro, che permetta di coprire i bisogni minimi a chi versa in uno stato di totale assenza di mezzi di sostentamento.

Il presupposto per chiedere il diritto agli alimenti è il versare in stato di bisogno, quindi il diritto agli alimenti nasce dalla necessita impellente dovuta a uno stato di bisogno e/o a una impossibilità di provvedere al proprio mantenimento.

Il diritto agli alimenti è in capo ai familiari, in ordine, sono tenute il coniuge, i figli, i genitori, i generi e le nuore, i suoceri, i fratelli e/o sorelle. Quindi nel caso specifico sarebbe un diritto che aspetta al partner anche nel caso di unioni civili.

Di conseguenza la convivenza dal punto di vista patrimoniale non scaturisce i diritti di assegni di mantenimento e di alimenti. Ma rappresenta, se stabile, il presupposto per sospendere il diritto al mantenimento.

La misura degli assegni di alimenti va fissata in proporzione al bisogno di chi domanda e delle condizioni economiche di chi deve somministrali. In poche parole, si tiene conto del minimo indispensabile per la sussistenza di chi ne ha bisogno, che però deve essere congruo con le capacità economiche di chi deve versare gli alimenti.

La durata: l’obbligo di corrispondere gli alimenti sussiste sino al cambiamento delle condizioni economiche di chi li somministra, di chi le riceve. Il diritto agli alimenti cessa in caso di morte.

Come richiederli:  in entrambi i casi qualora non si trovi un accordo tra le parti autonomamente, si rende necessario addire all’autorità giudiziaria competente. Nel caso della richiesta del diritto al mantenimento va chiesto al Giudice Ordinario del Tribunale competente.

Invece, nel caso di richiesta di alimenti, la pretesa va chiesta al Giudice Tutelare del Tribunale competente.

Solitamente è competente il Tribunale della residenza di chi richiede l’assegno di mantenimento o gli alimenti.

L'esperto risponde
Contattaci per illustrarci il tuo problema. Sapremo consigliarti al meglio.

ENTRA