Avvocato Mara Navarro
STUDIO LEGALE
CONSULENZA
LEGALE
Un avvocato
al tuo fianco
per muoverti con sicurezza
nel mondo della legge

Notizie

15-06-2016
Novità sul pignoramento di veicoli dal punto di vista pratico

Con la riforma del codice di procedura civile recentemente attuata, l'art. 521 bis stabilisce che una volta notificato l’atto di pignoramento di veicolo al debitore, egli ha l'onere di consegnare il libretto di circolazione all’istituto di vendite giudiziarie nel circondario dove  ha la residenza, il domicilio o la sede legale. Nel caso in cui non adempiesse a tale onere, gli organi di Polizia dovrebbero procedere al ritiro del veicolo, dovendo poi consegnarlo all’istituto di vendite del circondario dove il veicolo o il rimorchio è stato trovato.

Ciò dal punto di vista pratico purtroppo richiede delle tempistiche un po’ lunghe, in quanto una volta comunicato il pignoramento del veicolo  agli organi di Polizia, questi non andranno alla ricerca dello stesso, ma procederanno alla sua rimozione solo nel caso in cui il veicolo in questione venisse fermato in “un posto di blocco”.

In paralello il Giudice dell’esecuzione dovrà emettere un’ordinanza (d'ufficio o a richiesta di parte) attraverso la quale ordina che il veicolo pignorato venga ritirato. A questo punto, sarà tenuto l’istituto di vendite giudiziarie competente per territorio a organizzare il ritiro del veicolo.

Il custode in ogni caso sarà sempre l'istituto di vendite giudiziario del circondiario competente per territorio, e ovviamente il creditore ha l'onere di trascrivere/iscrivere il pignoramento nei pubblici registri.

L'esperto risponde
Contattaci per illustrarci il tuo problema. Sapremo consigliarti al meglio.

ENTRA